Pronti per l'Avventura

I Colloqui e i Test per il Corso di Tanatoprassi

05/07/2024 0

Con l'avvicinarsi di settembre, ASSOTAN è lieto di annunciare l'inizio dei colloqui e dei test per formare la prima classe di studenti del nuovo corso di tanatoprassi. Questo programma innovativo promette di preparare i partecipanti con le competenze e le conoscenze necessarie per intraprendere una carriera in un campo tanto affascinante quanto delicato.

Requisiti iniziali per la partecipazione

Il corso di Tanatoprassi è aperto a donne e uomini che soddisfano i seguenti requisiti:

  1. Età: I candidati devono essere maggiorenni (18 anni già compiuti) entro la scadenza della presentazione della domanda.

  2. Titolo di Studio: È necessario possedere almeno il diploma di scuola secondaria di primo grado (scuola media inferiore). Per i titoli conseguiti all'estero, i cittadini italiani, comunitari o provenienti da Paesi equiparati devono esibire una dichiarazione di equipollenza. I cittadini extracomunitari devono presentare un titolo conseguito in Italia.

  3. Permesso di Soggiorno: I cittadini stranieri devono possedere un regolare Permesso di Soggiorno.

  4. Certificato Medico: Gli studenti ammessi al corso devono essere in possesso di un Certificato Medico di idoneità alla mansione rilasciato dal medico competente o dalla ASL.

  5. Selezione: Superare le diverse fasi dei colloqui di selezione.

Fasi della Selezione

Il processo di selezione per il Corso di Tanatoprassi è articolato in diverse fasi, progettate per garantire che solo i candidati più adatti vengano ammessi. Di seguito, le modalità di accertamento dei requisiti:

  • Iscrizione ad ASSOTAN: In qualità di Socio Studente, necessaria per proseguire nel processo di selezione.

  • Colloquio Individuale: Le candidate ed i candidati affronteranno un colloquio individuale 

  • Colloquio Situazionale: Un'intervista finalizzata a descrivere il processo della mansione, per valutare la comprensione e l'approccio al lavoro.

  • Questionario di Valutazione: Un questionario per valutare le conoscenze e le capacità personali.

  • Test Psicometrico: Questo test servirà a valutare la personalità e il comportamento di ogni partecipante, per assicurarsi della idoneità necessaria per questo delicato settore.

  • Test Pratico: Una prova pratica per valutare le competenze tecniche di ogni aspirante.

Non ci resta che augurare a tutte le candidate e a tutti i candidati "Buona Fortuna". La vostra predisposizione e preparazione saranno determinanti per il successo in questo percorso. Siamo entusiasti di vedere chi si unirà a noi in questa avventura educativa e professionale, contribuendo a formare la prossima generazione di esperti in Tanatoprassi. Restate sintonizzate e sintonizzati su ASSOTAN per ulteriori aggiornamenti e storie dal mondo della Tanatoprassi.

Potrebbero interessarti anche...

Assotan 22/05/2023

Tutti in Assotan - Aperte le adesioni 2023

L'Associazione Italiana di Tanatoprassi si propone di tutelare e promuovere il tanatoprattore e il settore della tanatoprassi nel sistema funerario nazionale assicurando operatori formati e specializzati, iscritti all'Ordine Nazionale dei tanatoprattori e garantendo la massima responsabilità degli stessi nel rispetto del Codice Deontologico della professione. Grazie ad ASSOTANè possibile ottenere interventi sicuri e autorizzati dal Sistema Sanitario Nazionale in tutte le regioni d'Italia.

Leggi tutto

Assotan 29/04/2023

Formazione professionale: flessibile ed innovativa

Oramai è nota a molti l'importanza della formazione per lo sviluppo di competenze e professionalità all'interno delle aziende. Ed è proprio a questo proposito, che subentra un particolare intervento di formazione dall'I.N.I.T. (Istituto Nazionale Italiano di Tanatoprassi) indirizzato a tutte gli operatori delle imprese funebri. Esso infatti si sta impegnando in questo senso già dal 1990, per adeguare i titolari delle piccole medie imprese, nonché i loro collaboratori, ai mutamenti del sistema formativo, ciò per favorire il loro cambiamento culturale e professionale.

Il progetto che l'I.N.I.T. ha già attuato da qualche anno, è quello di organizzare corsi di formazione a livello Nazionale, dedicati alle problematiche tanatopratiche. Come ogni intervento formativo, il progetto dell'I.N.I.T. è stato articolato nelle fasi della ricerca dei fabbisogni del mercato. Dobbiamo dire che nel nostro Paese il problema degli occupati, sta diventando il segmento più critico nell'ambito del mercato del lavoro. Questo dipende anche da tutti quei lavoratori e quei giovani, che non hanno intenzione di investire su nuove figure professionali e innovative, correndo così il rischio di obsolescenza professionale. Oggi si è sempre più alla ricerca di persone preparate e creative, che sappiano lavorare e comunicare efficacemente in gruppo, non rischiando di presentarsi inadeguatamente preparate a risolvere i problemi più complessi che si possono presentare, specie in un campo lavorativo come quello della Tanatoprassi.

Avendo come punto di riferimento il cambiamento delle imprese, l'I.N.I.T. mira a un sistema di formazione flessibile, orientato alla motivazione, al cambiamento e  all'apprendimento di quei saperi che contribuiscono ad allargare i nostri orizzonti culturali, e più concretamente le conoscenze e competenze del lavoro. Tutto ciò è di rilevante importanza, infatti spesso ci si trova difronte a persone dall'esperienza insufficiente, non pronte ad intervenire nei casi più complessi che si possono presentare nell'ambito lavorativo. Siamo in una fase di imprevedibili e vorticose trasformazioni sociali e culturali, il passaggio dal secondo al terzo millennio, è basato interamente sulla formazione. In un ambiente fortemente perturbato come quello attuale, l'I.N.I.T. da la possibilità agli operatori del settore funebre, di acquisire una maggiore professionalità e di potersi confrontare continuamente con se stessi e il mondo circostante. La professionalità delle imprese funebri private e pubbliche sta cambiando velocemente.

Cosa fare per sentirsi adeguati alle trasformazioni in atto? È sicuramente importante la formazione professionale. L'I.N.I.T. una delle strutture più avanzate nel panorama delle formazioni nel campo della tanatoprassi ha colto questa esigenza. Dalla sua iniziativa è nato il corso di tanatoestetica che vuole formare i titolari figli ed altri parenti/impiegati, collaboratori di imprese di onoranze funebri di rilevanti dimensioni all'utilizzo di concetti e strumenti innovativi propri della gestione funebre adottati dalle imprese funebri più innovative a livello mondiale.

Leggi tutto

Assotan 13/04/2023

Investire nella tanatoprassi

Tanatoprassi: nuove strategie di investimento. Negli ultimi anni la struttura funeraria ha acquistato una nuova consapevolezza sulla necessità di adeguare velocemente le proprie capacità professionali e i parametri di qualità del servizio alle mutevoli esigenze di mercato. La richiesta di flessibilità che ne è scaturita sembra avere influito in senso espansivo sui comportamenti adottati dagli imprenditori funebri in relazione alle decisioni di investimento.

Una recente indagine dell'Istituto Nazionale Italiano di Tanatoprassi su un campione di 2.700 imprese del settore funebre sottolinea le dinamiche settoriali e regionali di questo processo. Tale tendenza espansiva si evidenzia chiaramente dalla lettura dei dati: solo il 30% delle imprese intervistate non investirebbe in metodiche di servizio come la tanatoprassi, mentre il 70% decisamente investirebbe su queste nuove discipline per poterle applicare alla sua azienda.

Pur non essendo possibile un raffronto puntuale con altre rivelazioni svolte di recente sullo stesso universo di imprese, si può comunque affermare che la percentuale sui nuovi servizi è cresciuta nel tempo. Relativamente alla tipologia di innovazione, viene confermata la maggiore tendenza delle piccole e medie imprese a introdurre prevalentemente innovazioni di processo.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...